LA CRONACA – Brutta ripartenza per la Tecnoteam: a Cremona resta a mani vuote

E’ uno stop che fa male come ha ammesso a fine gara il presidente Graziano Crimella. Una Tecnoteam opaca e poco reattiva quella che si ripresenta in campo dopo la sosta di Natale e fine anno. Ed il 2020 parte con un passo falso che lascia tanta amarezza: dopo una prova in salita, con i primi due set con approccio non ottimale, le ragazze di Mucciolo incassano un 3-1 sul campo di una motivatissima Esperia Cremona. Le ragazze di coach Magri vincono ed esaltano il loro pubblico in una palestra piccola dove giocare non è facile. Un peccato per Albese che ha avuto un impatto decisamente negativo come poi ha ammesso anche il tecnico. E dopo due set persi in modo netto, è stato tutto in salita.

Mucciolo parte con Galazzo al palleggio, facco opposto, poi Gabbiadini e Zanotto bande, Badini e Facchinetti centrali, Rolando libero. La formazione che ha spesso iniziato le partite nelle ultime settimane. Il primo set è in salita per la Tecnoteam: Cremona, con la spinta di Lodi, Decordi e Pionelli, prende subito il largo. 8-4, poi 16-8 e tutto diventa complicato per Facchinetti e compagne. Albese si ferma ad 11 punti tra lo sbigottimento generale ed un Mucciolo che prova a cambiare qualcosa nel suo sestetto: fuori Facco per Migliorin. E il secondo set non è migliore. La Tecnoteam pasticca in ricezione ed è poco incisiva in attacco. Il muro delle padrone di casa è efficace e finisce 25-14. Da dimenticare anche questo.

La reazione tanto attesa arriva nel terzo. Con le ragazze di Mucciolo che ritrovano smalto e grinta. Gabbiadini dà il via alla rimonta con un paio di aces, la seguono a ruota le compagne. Ora è Cremona ad andare in affanno sotto i colpi di Zanotto e Badini. Gara riaperta dopo un perentorio 25-14 targato Tecnoteam. Ma non dura granchè. Il quarto set vede l’Esperia tornare in campo con una veemenza da paura. Le ragazze di casa spingono subito forte sospinte dal tifo, anche i tifosi di Albese si fanno sentire e meritano un elogio ancora. a metà set il break che spezza le gambe alla Tecnoteam con i, servizio di Pionelli e le “martellate” di Decordi e Brandini. Mucciolo mette dentro Bocchino per Zanotto e la banda piemontese impatta bene sulla gara con un paio di giocate da applausi. Ma non basta: ormai Cremona va sull’entusiasmo e chiude la gara. Per Albese inizio d’anno a mani vuote e con una gara da cancellare al più presto.

ESPERIA CREMONA 3

TECNOTEAM VOLLEY 1

(PARZIALI SET 25-11; 25-14; 14-25; 25-17)

ESPERIA CREMONA: Arcuri 3, Brandini 10, Lodi 13,Decordi 19, Pionelli 15, Rivoltella 8, Zampedri Libero, Bassi, Gandolfi ne, Zagni ne, Zonta ne, Melgari ne, Raccagni ne. Coach Magri, vice Denti.

TECNOTEAM VOLLEY: Galazzo 1, Facco, Gabbiadini 14, Zanotto 7, Badini 10, Facchinetti 7, Rolando Libero, Migliorin 3, Amicone, Bocchino 4. Besana ne, Lodigiani ne. Coach Mucciolo, vice Biffi

(servizio fotografico Sandro Bertola)

Posted in Serie B1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.