LA GARA – Una Tecnoteam dal cuore grande: soffre, reagisce e poi piega Palau (3-1)

Fatica anche stasera. Come contro la Igor due settimane fa. La Tecnoteam volley torna al successo dopo il turno di riposo di sette giorni fa. Lo fa superando in quattro set l’ostica Capo d’Orso Palau (3-1 il finale) dopo una battaglia di quasi due ore. Le sarde hanno tenuto alto il ritmo fin dal secondo set, mettendo alle corde Facchinetti e compagne. Il cuore di Albese è venuto fuori anche stasera nel terzo set: grinta e brividi, ma nessuna paura. La Tecnoteam l’ha spuntata e ha girato la gara a suo favore: 26-24 il punteggio di un set combattuto e dall’andamento altalenante. Con Palau spesso davanti e la Tecnoteam a ricucire punto su punto. Alla fine Facchinetti e compagne brave e decise. I punti di un set palpitante le ha messi già la palleggiatrice Galazzo, lucidità pura nei momenti che contano. E pure Migliorin che ha chiuso forse lo scambio più lungo del match con un punto fondamentale, quello del 22 pari.

Poi la Tecnoteam ha condotto il quarto (dall’8-7 al 16-10) prima di subire un nuovo break dalle sarde, mai dome con il trio Vannini, Crespi e Cecchi e la regia di Sintoni. Ma la neo-entrata Zanotto – con una Facco encomiabile – ha scavato il parziale decisivo. Un pò di affanno, ma tre punti importanti per classifica e morale. Con merito di Palau che non ha mollato nulla e costretto la Tecnoteam a faticare. Ma la squadra di Mucciolo ha trovato anche nei momenti difficili la grinta e la compattezza. Sorretta dai suoi tifosi e dalle ragazze del settore giovanile che anche oggi Martina Losa ha portato in tribuna a sostenere la prima squadra. Hanno fatto un tifo d’inferno per tutta la gara. Bravissime.

Coach Mucciolo è partito con un sestetto differente rispetto al solito: Galazzo in regia, poi Facco opposto, l’esperienza di Facchinetti ed una sempre positiva Badini centrali, poi Gabbiadini e Bocchino di banda (debutto dal primo minuto per la ragazza piemontese) e Rolando Libero. Vinto il primo set abbastanza agevolmente, Albese ha poi dovuto fare i conti con l’intraprendenza delle sarde di Guidarini. Ottima prestazione nel secondo (vinto da loro), poi il terzo già descritto e decisivo per l’andamento finale. Qui Mucciolo ha messo dentro anche Migliorin per far rifiatare Facco e l’esperienza di Zanotto per una Bocchino brava brava anche se solo con un piccolo neo al servizio (4 errori per lei). Fatica e batticuore, la Tecnoteam l’ha portata a casa con le unghie ed i denti. Con la grinta dei momenti migliori davanti ai suoi tifosi, accorsi anche oggi numerosi nonostante l’orario pomeridiano per permettere il ritorno in serata a casa di Palau. Altri tre punti per restare in zona alta di classifica. E sabato ancora al PalaPedfretti contro l’ultima della classe, la Parella Torino .

TECNOTEAM VOLLEY 3

CAPO D’ORSO PALAU 1

(PARZIALI 25-22; 18-.25; 26-24; 25-21)

TECNOTEAM VOLLEY: Galazzo 3, Facco 13, Gabbiadini 8, Bocchino 11, Facchinetti 7, Badini 12, Rolando Libero, Migliorin 2, Zanotto 9, Amicone, Besana e LOdigiani ne. Coach Mucciolo, vice Biffi, assistente Cuda.

CAPO D’ORSO PALAU. Sintoni 6, Vannini 17, Menardo 4, Cecchi 13, Crespi 15, Comotti 4, Degortes Libero, Baldelli 6, Serra, Graziani, Ragnedda ne. Coach Guidarini, vice Morello.

Arbitri Vangone di Sumirago e Di Gaetano di Busto Arsizio,

Posted in Serie B1 and tagged .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.